Domanda di cittadinanza italiana per residenza. Quali i requisiti? Come ottenerla?

posted in: Notizie | 0
Cittadinanza Italiana

Domanda di cittadinanza italiana per residenza. Quali requisiti? Come ottenerla?

La cittadinanza italiana si basa sul principio dello "ius sanguinis" (diritto di sangue), per cui il bambino nato da padre italiano o da madre italiana è cittadino italiano. I cittadini stranieri, tuttavia, possono acquistare la cittadinanza italiana se si trovano in possesso di determinati requisiti.

Richiesta della cittadinanza italiana

Per gli stranieri residenti in Italia ci sono diversi modi per richiedere la cittadinanza italiana; tra questi le modalità più frequente sono:

  • Richiesta della cittadinanza italiana per matrimonio;
  • Richiesta cittadinanza italiana per residenza;

Richiesta cittadinanza italiana per residenza – requisiti

La cittadinanza italiana per residenza è concessa dal Ministero dell'Interno Italiano previa domanda da presentare alla Prefettura di appartenenza; viene concessa ai cittadini stranieri residenti in Italia in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

  • Cittadino straniero nato in Italia e residente legalmente da almeno 3 anni.
  • Cittadino straniero figlio o nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita, residente legalmente in Italia da almeno 3 anni.
  • Cittadino straniero maggiorenne, adottato da cittadino italiano, residente legalmente in Italia da almeno 5 anni, successivi all'adozione.
  • Cittadino straniero che ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato Italiano, in questo caso la domanda di cittadinanza italiana va richiesta alla competente Autorità Consolare.
  • Cittadino U.E. residente legalmente in Italia da almeno 4 anni.
  • Cittadino apolide o rifugiato residente legalmente in Italia da almeno 5 anni.
  • Cittadino extracomunitario residente legalmente in Italia da almeno 10 anni.

Documenti necessari per ottenere la cittadinanza italiana per residenza:

  • Marca da bollo da Euro 16,00
  • Estratto dell'atto di nascita completo di tutte le generalità con l'indicazione della paternità e maternità del richiedente e relativa traduzione giurata in lingua italiana;
  • Certificati penali del Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza, e relative traduzioni in lingua italiana;
  • Fotocopia del permesso/carta di soggiorno (per i cittadini extracomunitari), ovvero dell'attestazione di soggiorno (rilasciata dal comune di residenza per i cittadini comunitari);
  • Modelli fiscali (CUD, UNICO, 730) relativi ai redditi percepiti negli ultimi tre anni per chi si avvale dei redditi percepiti dai componenti del nucleo familiare. Per tutti i suindicati casi è previsto il possesso di un reddito personale (o dei familiari inserito nello stesso stato di famiglia) negli ultimi 3 anni antecedenti a quello di presentazione della domanda, i cui limiti per ciascun anno sono di: euro 8.500,00 per richiedente senza persone a carico, aumentabili di 2.000,00 euro per ogni persona maggiorenne o 500,00 euro per ogni persona minorenne per, a carico;
  • Euro 200,00 per il versamento del contributo conto corrente postale n.809020 intestato al Ministero dell’Interno – DLCI, causale "Cittadinanza";
  • Le generalità riportate nei documenti italiani e in quelli stranieri devono coincidere in tutti gli atti. Pertanto nel caso ci siano delle differenze nei dati riportati (es. cambio cognome dopo il matrimonio, luogo di nascita diverso) occorre produrre idonea documentazione attestante le esatte generalità nonché i motivi che hanno portato a tali cambiamenti (es. certificato di matrimonio e attestazione consolare)