Agenzia di traduzioni a Roma

Come richiedere la cittadinanza italiana? Quali requisiti?

La cittadinanza italiana si basa sul principio dello "ius sanguinis" (diritto di sangue), per il quale il figlio nato da padre italiano o da madre italiana è italiano. I cittadini stranieri, tuttavia, possono acquistarla se in possesso di determinati requisiti.

Passaporto
Documenti necessari

Il traduttore è con evidenza l’unico autentico lettore di un testo. Certo più d’ogni critico, forse più dello stesso autore. Poiché d’un testo il critico è solamente il corteggiatore volante, l’autore il padre e marito, mentre il traduttore è l’amante. – Gesualdo Bufalino

Come si richiede la cittadinanza italiana?

Per ottenere la cittadinanza italiana o si acquisisce automaticamente per nascita, ossia, straniero nato da un genitore italiano, per nascita del bambino straniero in Italia che diventa cittadino italiano al compimento dei 18 anni cd. nascita per "ius soli" e per adozione del minorenne straniero da parte di genitori o uno dei genitori italiano, oppure, per domanda per matrimonio o per residenza.

Costituzione italiana
Passaporto italiano
Bandiera italiana
Maggiori informazioni

Richiesta della cittadinanza italiana per matrimonio:

  • Lo straniero o l'apolide, ossia colui che ha perso la cittadinanza per motivi etnici, di sicurezza o non l'ha mai avuta perché figlio nato in Italia da genitori stranieri sposato con un cittadino o cittadina italiana può acquisire la cittadinanza italiana, previa domanda e accettazione della stessa da parte del Governo, se risiede da almeno 12 mesi in Italia se si hanno dei figli nati o adottati all'interno del matrimonio, se non ci sono figli il requisito di residenza in Italia sale a 24 mesi, cioè a 2 anni di connivenza con il cittadino italiano.
  • Se si ha invece la residenza all'estero: la cittadinanza italiana può essere acquisita se sono passati almeno 18 mesi dal matrimonio se vi sono dei figli nati o adottati dai coniugi o dopo 36 mesi dalla data del matrimonio sempre che non sia sopraggiunti scioglimento, cessazione o annullamento del matrimonio e se non è in corso una separazione legale.

Richiesta cittadinanza italiana per residenza.

La cittadinanza italiana per residenza è concessa dal Ministero dell'Interno previa domanda da presentare alla Prefettura ai cittadini stranieri residenti in Italia in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

  • Cittadino straniero nato in Italia e residente legalmente da almeno 3 anni.
  • Cittadino straniero figlio o nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita, residente legalmente in Italia da almeno 3 anni.
  • Cittadino straniero maggiorenne, adottato da cittadino italiano, residente legalmente in Italia da almeno 5 anni, successivi all'adozione.
  • Cittadino straniero che ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato Italiano, in questo caso la domanda di cittadinanza italiana va richiesta alla competente Autorità Consolare.
  • Cittadino U.E. residente legalmente in Italia da almeno 4 anni.
  • Cittadino apolide o rifugiato residente legalmente in Italia da almeno 5 anni.
  • Cittadino extracomunitario residente legalmente in Italia da almeno 10 anni.

I documenti per ottenere la cittadinanza italiana per residenza sono:

  • Marca da bollo da Euro 16,00
  • Estratto dell'atto di nascita completo di tutte le generalità con l'indicazione della paternità e maternità del richiedente, e relativa traduzione in lingua italiana;
  • Certificati penali del Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza, e relative traduzioni in lingua italiana;
  • Fotocopia del permesso/carta di soggiorno (per cittadini extracomnitari), ovvero dell'attestazione di soggiorno (rilasciata dal comune di residenza per cittadini comunitari);
  • Modelli fiscali (CUD, UNICO, 730) relativi ai redditi percepiti negli ultimi tre anni per chi si avvale dei redditi percepiti dai componenti del nucleo familiare. Per tutti i suindicati casi è previsto il possesso di un reddito personale ( o dei familiari inserito nello stesso stato di famiglia) negli ultimi 3 anni antecedenti a quello di presentazione della domanda, i cui limiti per ciascun anno sono di: euro 8.500,00 per richiedente senza persone a carico, euro 11.500,00 per richiedente con coniuge a carico, aumentabili de euro 550,00 per ogni ulteriore persona a carico;
  • Euro 200,00 per il versamento del contributo conto corrente postale n.809020 intestato al Ministero dell’Interno – DLCI, causale cittadinanza
  • Le generalità riportate nei documenti italiani e in quelli stranieri devono coincidere in tutti gli atti. Pertanto nel caso ci siano delle differenze nei dati riportati (es. cambio cognome dopo il matrimonio, luogo di nascita diverso) occorre produrre idonea documentazione attestante le esatte generalità nonché i motivi che hanno portato a tali cambiamenti (es. certificato di matrimonio e attestazione consolare)

L’agenzia di traduzioni 101Proservices offre servizi specializzati di traduzioni giurate – asseverate nelle seguenti lingue:

  • traduzioni giurate – asseverate romeno – italiano - romeno;
  • traduzioni giurate – asseverate tedesco - italiano-tedesco;
  • traduzioni giurate – asseverate inglese – italiano -inglese;
  • traduzioni giurate – asseverate francese – italiano -francese;
  • traduzioni giurate – asseverate spagnolo – italiano -spagnolo;
  • traduzioni giurate – asseverate russo – italiano - russo;
  • traduzioni giurate – asseverate arabo – italiano - arabo;
  • traduzioni giurate – asseverate cinese – italiano - cinese;
  • traduzioni giurate – asseverate polacco – italiano -polacco;
  • traduzioni giurate – asseverate albanese – italiano – albanese;
Nascondi informazioni